Il glossario dei termini difficili
Allacciamenti L’allacciamento è un collegamento a una rete di servizi (gas, luce, acqua, telefono) di una casa che ne è sprovvista.
Autocertificare / autocertificazione Per autocertificazione si intende il diritto di ogni cittadino maggiorenne sostituire un certificato con una dichiarazione: non sei più tu a dovere dimostrare quello che dichiari (portando documenti e certificati, per averne altri in cambio), ma spetta all'amministrazione pubblica il compito di un'eventuale verifica. Compilando un modulo apposito o semplicemente scrivendo e firmando una dichiarazione su un foglio qualsiasi davanti a un funzionario pubblico, puoi autocertificare, tra le altre cose, il tuo stato di famiglia e la tua residenza. Hotraslocato.it ti permette di stamparti i moduli adatti, già pronti da consegnare: per averli, clicca qui
Cambiamento di indirizzo in termini 'tecnici' cambi indirizzo se trasferisci il tuo domicilio all'interno dello stesso Comune nel quale hai già la residenza. in questo caso devi avvisare l'ufficio anagrafe entro venti giorni dal giorno del trasferimento.
Codice Fiscale il codice fiscale è un codice di numeri e lettere che permettono alla pubblica amministrazione di identificarti velocemente in modo univoco. il codice fiscale contiene alcune lettere del nome, l'indicazione del genere (maschile o femminile), della data e del Comune di nascita. Si può quindi calcolare facilmente, conoscendo il codice che corrisponde ad ogni Comune. Se non ce l'hai a portata di mano, puoi recuperarlo facilmente: esistono molti siti online che lo fanno all'istante. un esempio lo puoi trovare qui
Dati Anagrafici i tuoi dati anagrafici sono semplicemente il tuo nome e il tuo cognome, la data e luogo di nascita, il tuo stato civile e la tua residenza
Delega Delegare consiste nel dare ad un'altra persona l'incarico di sostituirti e agire in nome tuo. Per delegare qualcuno devi scrivere su un foglio il tuo nome e il tuo cognome, il nome e il cognome della persona che ti sostituisce e, il più chiaramente possibile, a che cosa stai delegando. Alcune volte è richiesto il documento del delegante (o una sua fotocopia), altre volte no: sarebbe meglio informarsi prima per telefono in proposito.
Domicilio Formalmente il tuo domicilio è il “luogo in cui hai stabilito la sede principale dei tuoi affari e interessi”. Questo significa che hai domicilio nel luogo in cui trascorri la maggior parte del tuo tempo, lavorandoci, studiandoci ed eventualmente abitandoci. Puoi quindi avere domicilio in un posto diverso da quello in cui hai la residenza.
Puoi variare domicilio senza doverne dare comunicazione a nessuno, a meno che tu non trasferisca il tuo domicilio all’interno del Comune nel quale hai già la residenza (facendo quello che in termini “tecnici” si chiama “cambiamento di indirizzo”: in questo caso devi avvisare l’ufficio anagrafe).
Domicilio fiscale Da non confondere con il semplice domicilio, il domicilio fiscale è il posto in cui hai scelto di pagare le tasse. Puoi quindi avere domicilio fiscale in un Comune diverso da quello dove hai domicilio o residenza.
N.B.: la tassa sulla spazzatura è per così dire “intestata alla casa” e si paga solo nel Comune in cui è situata la casa stessa.
Famiglia anagrafica La famiglia anagrafica è l’insieme delle persone che vivono stabilmente nella medesima abitazione è quindi una casa diversa dalla “famiglia”come la si intende nel linguaggio comune.
Lo Stato italiano infatti considera come “famiglia anagrafica” un gruppo di persone legate da vincoli di matrimonio, di parentela, di adozione o di tutela, ma anche, semplicemente, un insieme di persone legate da vincoli di affinità o di affetto, che coabitino o abbiano dimora abituale (cioè residenza) nello stesso Comune.
Una famiglia anagrafica può quindi essere costituita da più nuclei famigliari, ma anche due amici che abitino insieme possono costituire una famiglia o, al limite, la tua famiglia può essere costituita anche unicamente da te.
Nucleo famigliare Il nucleo famigliare è la famiglia così come comunemente la si intende, e cioè quell’insieme di persone costituito da genitori e figli.
Importante per i documenti che devi fare quando traslochi non è il nucleo famigliare, bensì la “famiglia anagrafica", anche se spesso i termini sono utilizzati indifferentemente.
Residenza La residenza è il tuo domicilio ufficiale . La definizione da manuale dice che la residenza è nel luogo in cui hai la dimora abituale , cioè nel luogo in cui di solito abiti.in realtà accade di frequente di avere la residenza in un Comune e abitare in un Comune diverso. Tipico è il caso dello studente universitario che mantiene la residenza nella casa dei genitori, ma vive tutta la settimana in una città diversa. Considera comunque che, se hai la residenza in un Comune, per la legge abiti in quel Comune: è qui che potrai votare, che potrai scegliere il medico di famiglia, che potrai iscrivere i tuoi figli nelle scuole o negli asili pubblici ecc. Se vuoi cambiare residenza, lo devi comunicare all'ufficio anagrafe del Comune in cui vuoi trasferirti.
Stato di Famiglia è un documento che riporta la composizione della tua "famiglia anagrafica". Ogni stato di famiglia ha un intestatario, che non è altro che la persona che la prima volta va in Comune a dichiarare la composizione della sua famiglia anagrafica. L'intestatario, che può essere chiunque, assume però importanza nel momento in cui si vuole modificare la composizione dello stato di famiglia, dal momento che è richiesta la sua presenza e il suo consenso. Lo stato di famiglia è uno di quei documenti che è possibile autocertificare.
Subentro /
Voltura
Per subentro o voltura si intende il passaggio di un contratto di utenza da un titolare ad un altro: praticamente significa che quando cambi casa non devi rifare un contratto del gas o della luce, se già esiste, ma puoi, con una spesa minore rispetto all'apertura di un nuovo contratto, diventare titolare del contratto di un'altra persona che abitava prima di te in quella casa. Naturalmente devi verificare se il precedente titolare non abbia pagamenti in sospeso con le aziende che forniscono il servizio.
Tassa sui Rifiuti La tassa sui rifiuti (Tarsu) è una tassa comunale: è il Comune sul quale è situata la casa a riscuotere la tassa. Vi possono essere agevolazioni che variano da Comune a Comune: sarebbe bene informarsi personalmente. il calcolo della tassa si basa sull'assunto che chi più sporca più paga. Quando si compila il modulo apposito, bisogna infatti specificare non solo quanto grande è la casa (comprendendo cantine, solai e, a volte anche il giardino), ma anche quante persone abitano nella casa.
Voltura Vedi: Subentro.
Non dimenticarti di avvisare del trasloco
Sapevi che è necessario avvisare l'anagrafe o l'ufficio imposte del proprio trasloco? Leggi la lista degli enti da avvisare.
Conto alla rovescia? Organizza il trasloco
Dalla scelta del traslocatore all'acquisto degli scatoloni e la preparazione degli imballaggi. Tutto quello che c'è da sapere.